HomeNewsletterNEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 28 luglio 2017 n 147

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 28 luglio 2017 n 147

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 28 luglio 2017 n 147

  1. USO DEI CONTANTI PER I CITTADINI EXTRA UE

Importanti novità per le vendite al dettaglio effettuate nei confronti di cittadini d Paesi extra Unione Europea e SEE: il limite di utilizzo del denaro contante passa infatti da 15.000 a 10.000 euro dal momento che la legge 44/2012 è stata modificata dall’art. 8 comma 15 del DECRETO LEGISLATIVO 25 maggio 2017, n. 90 che è entrato in vigore il 5 luglio 2017.

Alla luce di questa modifica, l’art. 3 comma 1 della legge 26 aprile 2012,  n.  44 diventa il seguente:

Per l’acquisto di beni e di prestazioni di servizi legate al turismo effettuati presso soggetti di cui agli articoli 22 e 74-ter del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.  633, dalle persone fisiche di cittadinanza diversa da  quella  italiana e comunque diversa da quella di uno dei paesi dell’Unione europea ovvero dello Spazio economico europeo, che abbiano residenza fuori dal territorio dello Stato, il limite per il trasferimento di  denaro contante di cui all’articolo 49, comma 1, del decreto legislativo  21 novembre 2007, n. 231, è elevato a 10.000 euro a condizione che il cedente del bene o il prestatore del servizio  provveda  ai  seguenti adempimenti (Omissis)”

  1. SEMINARIO ASSOROLOGI

Si è svolto lo scorso 11 luglio a Milano un importante ed altamente qualificato momento formativo promosso da ASSOROLOGI ed INDICAM e organizzato dallo Studio  BONELLI EREDE sul tema E-commerce dei prodotti di marca: rischi e opportunità per le imprese.

Il Seminario, che ha visto una significativa partecipazione di imprese, ha fornito informazioni ed indicazioni operative su alcuni temi di rilevanza davvero strategica focalizzati sulla tutela del brand all’interno di sistemi di distribuzione selettiva in rapporto alla vigente normativa europea antitrust a tutela della concorrenza, con particolare riguardo all’e-commerce.

  1. TRAINING ASSOROLOGI PER APPASSIONATI

Il Consiglio Direttivo ASSOROLOGI ha varato la prima edizione di un Workshop tecnico dedicato agli appassionati di orologeria. Si tratta di un nuovo format seminariale di mezza giornata focalizzato su alcune nozioni teoriche e sul lavoro diretto di smontaggio e montaggio di un movimento, guidato da tecnici orologiai specializzati.

In queste settimane saranno messe a punto le caratteristiche del Workshop e sarà organizzata la prima edizione dell’iniziativa, ospitata dalla Scuola di Orologeria del CAPAC. La Commissione tecnica che sta lavorando a questo progetto, coordinata dalla Segreteria ASSOROLOGI, è formata dai Responsabili tecnici di Richemont Italia, Rolex e Swatch Group.

  1. CONSIGLIO DIRETTIVO ASSOROLOGI

Si riunirà a Milano nel tardo pomeriggio di mercoledì 27 settembre il Consiglio Direttivo ASSOROLOGI, che proseguirà il lavoro avviato in modo particolare con la seduta del 10 luglio scorso. Uno dei temi sul tappeto è lo stato di avanzamento dello studio di una campagna “social” da lanciare all’inizio del prossimo anno, con la collaborazione di professionisti qualificati.

  1. CCNL TERZIARIO: LA TRANCHE DI AGOSTO

La tranche di aumento retributivo prevista per il mese di Agosto 2017 dal CCNL del Terziario sarà regolarmente corrisposta. Queste sono le chiare indicazioni operative diramate in risposta ai dubbi che avevano fatto seguito alla sospensione della tranche di Novembre 2016, concordata dalle Parti stipulanti. L’accordo di sospensione, infatti, è riferito solo ed unicamente a quella tranche e non trasferisce il suo valore sui successivi passaggi di incremento delle retribuzioni definiti in sede di rinnovo contrattuale.

  1. PRESTAZIONI OCCASIONALI

I datori di lavoro che possono fare ricorso al contratto di prestazione occasionale sono coloro che hanno alle proprie dipendenze non più di cinque lavoratori a tempo indeterminato.  Al fine di un’omogenea applicazione dei limiti dimensionali per il ricorso al contratto di prestazione occasionale, l’Inps, con messaggio n. 2887 del 12 luglio 2017, esamina i criteri di computo dei lavoratori occupati precisando che:

  • i lavoratori assunti con contratto di apprendistato non vanno conteggiati nella misura della forza aziendale a tempo indeterminato;
  • ai fini del computo della forza aziendale mensile, una volta determinato il numero complessivo dei lavoratori occupati, tenendo in considerazione, per i lavoratori a tempo parziale, la durata contrattuale della prestazione lavorativa, il risultato va arrotondato per eccesso laddove il valore del primo decimale sia superiore a 0,5 ovvero per difetto in caso contrario;
  • ai fini della verifica della sussistenza delle condizioni che legittimano il ricorso al lavoro occasionale, la media semestrale dei dipendenti a tempo indeterminato, riferita al periodo che va dall’ottavo al terzo mese antecedente la data di svolgimento della prestazione lavorativa, va calcolata sulla base del dato effettivo, senza operare alcun arrotondamento. Pertanto, se, a titolo di esempio, il valore medio della forza aziendale a tempo indeterminato del predetto semestre fosse pari a 5,1, il datore di lavoro non potrà fare ricorso alle prestazioni di lavoro occasionale
  1. FIDUCIA DI CONSUMATORI E IMPRESE

ISTAT ha diramato i dati sulla fiducia dei Consumatori e delle Imprese. Secondo le indicazioni fornite dall’Istituto Centrale di Statistica, a luglio 2017 l’indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta leggermente passando da 106,4 a 106,7; invece, l’indice composito del clima di fiducia delle imprese registra una diminuzione spostandosi da 106,3 a 105,5. L’indice si attesta comunque sul valore medio del periodo gennaio-giugno 2017. Il recupero del clima di fiducia dei consumatori è dovuto essenzialmente alla componente personale (il clima personale passa da 100,9 a 101,6), corrente (il relativo clima sale da 105,7 a 106,3) e futura (il clima aumenta da 107,7 a 108,2). Invece, la componente economica registra una diminuzione passando da 123,6 a 122,9.

I giudizi circa la situazione economica del Paese sono in peggioramento mentre le relative aspettative sono in miglioramento. Continuano a peggiorare, per il quarto mese consecutivo, le aspettative sulla disoccupazione. Per quanto riguarda le opinioni sull’andamento dei prezzi al consumo, si rileva un deciso aumento sia della quota di individui che ritengono i prezzi diminuiti negli ultimi 12 mesi sia di quella di coloro che si aspettano una diminuzione nei prossimi 12 mesi.

Con riferimento alle imprese, nel mese di giugno il clima di fiducia aumenta da 107,3 a 107,7 nel settore manifatturiero e da 129,8 a 131,1 nelle costruzioni; per quanto riguarda il commercio al dettaglio, il valore dell’indice si attesta a quota 109,0 da 108,8. In controtendenza solo il settore dei servizi dove l’indice diminuisce da 106,0 a 105,0.

Passando ad analizzare le componenti dei climi di fiducia, nel comparto manifatturiero si evidenzia un miglioramento sia dei giudizi sugli ordini sia delle aspettative sulla produzione; le scorte di magazzino sono giudicate in accumulo. Nel settore delle costruzioni, i giudizi sugli ordini sono in peggioramento ma si registra un aumento deciso delle aspettative sull’occupazione.Nei servizi, diminuiscono le aspettative sugli ordini e i giudizi sull’andamento degli affari sono in deciso peggioramento. Invece, i giudizi sugli ordini registrano un lieve miglioramento. Nel commercio al dettaglio si registra un incremento marcato del saldo relativo alle vendite correnti mentre diminuisce quello relativo alle aspettative sulle vendite future; le scorte di magazzino sono giudicate in decumulo.

  1. CHIUSURA ESTIVA

Gli uffici di Segreteria dell’Associazione saranno chiusi dal 7 al 23 agosto 2017 per le ferie estive.

Articoli Precedenti
Prossimi Articoli