HomeNewsletterNEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 6 aprile 2018

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 6 aprile 2018

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 6 aprile 2018

  1. ASSOROLOGI PRESENTA I DATI SUL MERCATO DEGLI OROLOGI IN ITALIA

Sostanziale stabilità per il mercato italiano degli orologi da polso: i dati 2017 elaborati da GfK per ASSOROLOGI, pur con leggere oscillazioni, confermano che in Italia si vendono poco meno di 7 milioni di orologi per un valore che sfiora il miliardo e mezzo di euro. La ricerca sui consumatori italiani riferita a tutti i canali di vendita evidenzia un –0,9% a quantità (pari a 6,7 milioni di pezzi) ed un calo pari al 2,2% a valore (pari a 1,46 miliardi di euro). Si stabilizza, dopo cinque anni di crescita, il prezzo medio degli orologi venduti, che si ferma a 220 euro contro i 223 registrati nel 2016. Segnali importanti riguardano i Canali di acquisto degli orologi. Infatti, le Gioiellerie ed orologerie (tradizionali o ubicate all’interno di un centro commerciale) perdono terreno in misura significativa: da questo canale transita il 43,4% delle vendite a quantità (era il 53% lo scorso anno) ed il 49,6% a valore (era il 56%). Buoni i risultati dei negozi mono-marca che si attestano sull’8,1% a quantità (8,4% nel 2016) ma crescono a valore con il 6,6% (4,1% lo scorso anno). Nessuna sorpresa, ma solo conferme, sul fronte del canale Internet (siti ufficiali, aste e commercio elettronico) la cui crescita è continua ed evidente ogni anno: a volume questo canale movimenta quasi un terzo dell’intero mercato (28,2%: era il 25,6% lo scorso anno) ed ha raddoppiato in un solo anno la propria quota di mercato a valore: 23,5% rispetto al 14,6% del 2016.

Il mese di dicembre resta il preferito per gli acquisti di orologi, anche se si tratta di prodotti dal prezzo medio più basso e dovendosi considerare che tra le motivazioni di acquisto il Natale è in calo e rappresenta solo l’11,5% degli orologi acquistati. Molto interessanti le performance registrate nei mesi di gennaio, aprile e luglio a conferma di un prodotto fortemente destagionalizzato. Ovviamente restano Design (41%) e Prezzo (30%) le principali motivazioni per la decisione di acquisto. Prosegue la perdita di appeal della Brand awareness (fiducia e conoscenza della marca) dopo avere toccato il 37% negli anni 2014 e 2015 ed essere scesa al 31% del 2016, arriva adesso al 27%. Le intenzioni di acquisto per il 2018 evidenziano che il 7,5% degli acquirenti 2017 pensa di procedere ad un ulteriore acquisto nel corrente anno: un bacino di 4,4 milioni di consumatori che mantengono alto l’interesse per questo comparto.

«I dati 2017 ci danno alcune conferme importanti circa la tenuta del comparto nel suo complesso e il continuo trend di crescita del canale Internet – commenta il Presidente ASSOROLOGI Mario Peserico –. Guardiamo con molta attenzione al calo del canale tradizionale delle orologerie attraverso il quale transita meno della metà del mercato. Questo fatto deve rappresentare il punto di partenza per una riflessione profonda tra i protagonisti del mercato, Brand e dettaglio specializzato, sulle dinamiche di consumo e su come intercettarle nel modo più efficace. Mi sembra, infine, che le fosche previsioni che qualcuno aveva fatto negli anni scorsi in funzione dell’ingresso sul mercato dei cosiddetti “smartwatch” non trovino conferma nella realtà dei fatti e nei dati elaborati. E’ un buon segnale e credo che sarà così anche per il prossimo futuro».

  1. WORKSHOP ASSOROLOGI IL 16 APRILE: I MEGA TREND E I PARADOSSI DELL’ECONOMIA

ASSOROLOGI, in collaborazione con INDICAM e UBS, organizza per il tardo pomeriggio di lunedì 16 aprile un Workshop dedicato agli scenari economici ed ai trend demografici, tecnologici e ambientali in grado di influire sul mercato ed i consumi.  Le aziende associate sono inviate a partecipare, dandone conferma entro il 9 aprile.

Di che cosa parleremo?

E’ in corso una rivoluzione tecnologica che travolge stili di vita e modelli economici.
Tuttavia, questo potenziale non si sta traducendo in una maggiore produttività né in un effettivo miglioramento delle condizioni economiche di gran parte della popolazione.
Perché questo progresso viene disperso? Quali sono le conseguenze per i mercati finanziari?

Relatore: Matteo RAMENGHI

Chief Investment Officer – UBS Wealth Management Italia

La sua carriera in UBS inizia nel 2000 nell’Investment Bank del Gruppo a Londra dove, per quasi quindici anni, si occupa di istituzioni finanziarie, dapprima curandone fusioni e acquisizioni e in seguito operando nel settore della ricerca azionaria. Tornato nel nostro paese assume la guida del team di ricerca mantenendo la responsabilità dell’analisi delle banche italiane e ricoprendo incarichi di crescente responsabilità fino alla nomina a Responsabile del settore bancario per l’Europa emergente. Grazie alla sua profonda conoscenza del settore bancario e dell’economia italiana, nell’estate del 2015, Matteo Ramenghi fa il proprio ingresso in UBS Italia con il ruolo di Chief Investment Officer partecipando al processo di investimento globale della divisione Wealth Management.

Nel suo lavoro, può contare sulle analisi economiche e finanziarie di oltre 900 analisti a livello globale all’interno del Gruppo UBS. Di base a Milano, Matteo Ramenghi è anche impegnato nel portare le strategie di investimento del Gruppo a diretto contatto degli investitori italiani attraverso pubblicazioni, conferenze, incontri con i media e con clienti.

  1. A LUGLIO LE SELEZIONI PER IL CORSO DI OROLOGERIA DI MILANO

Nel 1984 l’Associazione ha costituito presso il Politecnico del Commercio di Milano (C.A.P.A.C) una scuola di orologeria che, attraverso un corso di studi biennale, garantisce la formazione dei tecnici orologiai. La Scuola di Milano, una delle pochissime presenti in Italia, grazie anche alla collaborazione delle aziende associate, è dotata di due laboratori completamente e modernamente attrezzati. ASSOROLOGI collabora con il CAPAC per il miglioramento continuo dei programmi didattici e l’inserimento degli allievi diplomati nel mondo del lavoro.

L’obiettivo del corso di orologeria è quello di dare agli studenti una conoscenza approfondita del lavoro pratico dell’orologiaio. L’attenzione alla tradizione dell’arte orologiaia si coniuga all’interesse per la ricerca e lo sviluppo.Il programma infatti propone unitamente a tecniche di orologeria secolari le più recenti applicazioni diagnostiche effettuate attraverso l’utilizzo di moderne apparecchiature elettroniche.
Lo studente impara a diagnosticare e revisionare i componenti di un orologio: smontare ed assemblare movimenti di orologi diversi identificandone i difetti, revisionare orologi meccanici, automatici e cronografi, nonché effettuare la lucidatura di casse e bracciali.
Un orologiaio ben formato svolge anche un importante ruolo di supporto nell’ambito dell’orologeria al dettaglio, le sue responsabilità includono la conoscenza tecnica dei marchi, la consulenza ai clienti e la gestione delle riparazioni. Gli studenti oltre a svolgere un periodo di stage nelle aziende, laboratori e negozi di gioielleria, partecipano a workshop e visite in aziende di settore. Questa iniziativa è realizzata anche grazie al supporto di Assorologi e al sostegno finanziario ricevuto dal Fondo Sociale Europeo – Finanziamento FSE 2014-2020 – Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale europeo Asse prioritario III – Istruzione e Formazione Azione 10.4.1. La formazione offerta dal C.A.P.A.C. è una base per un futuro lavorativo nel campo dell’orologeria. Certificazione Rilasciata: Certificazione delle competenze di Orologiaio Riparatore, Profilo previsto dal Quadro Regionale degli Standard Professionali della Regione Lombardia.

Prossime selezioni
Luglio 2018

Requisiti di accesso
Età compresa tra i 18 e i 35 anni, Diploma di scuola secondaria di secondo grado / Qualifica professionale di almeno tre anni
Disoccupato/a
Residenza o domicilio in Regione Lombardia

  1. COME UTILIZZARE LE RICERCHE DI MERCATO

Giovedì 12 aprile, con inizio alle 10,30, avrà luogo a Milano presso la sede di Confcommercio in Corso Venezia 47 il Convegno sul tema “LE RICERCHE DI MERCATO: LEVA TRADIZIONALE DI MARKETING CHE NON TRAMONTA MAI, MA CHE SI EVOLVE”. Metodologie e obiettivi per reperire informazioni strategiche del proprio mercato ai tempi di Internet 4.0.

Intervengono:

 Antonio Besana | Docente del Master “International Marketing Management”, Università Cattolica Milano

Il compito delle informazioni di mercato dovrebbe essere la riduzione dei rischi nei processi decisionali. L’avvento di Internet ha permesso la disponibilità immediata e diffusa di informazioni a costi vicini a zero.  E’ però improbabile che l’utilizzo dei “Big Data” e la conoscenza dei “click” sul proprio sito web possano sostituirsi alle ricerche di mercato.  Se la dimensione dei database e la velocità di aggiornamento in tempo reale non sembrano essere un problema, la varietà e la comparabilità dei dati, la affidabilità delle fonti, la possibile inconsistenza delle serie storiche e la complessità delle informazioni potrebbero generare condizionamenti ed errori di valutazione. La corretta conoscenza degli indicatori e la consapevolezza nel loro utilizzo rimangono variabili fondamentali.

Valeria Zigrino | IPSOS – Group Director
Come trovare comunicazioni efficaci TV e Web in un mondo sempre connesso e quindi sempre più distratto? Quali sono le implicazioni che il digital ha avuto e continua ad avere sulla comunicazione e come sta diventando sempre più importante valutarle soprattutto in fase di sviluppo, non solo creativo ma anche concettuale.

Andrea Tozzi | DOXA – Senior Market Research Manager 

“Fact based decision making” – L’esempio delle indagini di mercato nei punti vendita.

Segue Tavola Rotonda moderata da Mauro Fabbri di Sprea Editore 

Per confermare la partecipazione scrivere alla Segreteria dell’Associazione.

  1. GDPR: SPORTELLO DI ASSISTENZA ALLE IMPRESE DI CONFCOMMERCIO MILANO

Il Nuovo Regolamento Generale Europeo sulla Protezione dei Dati Personali entra definitivamente in vigore il 25 Maggio 2018.

Per le aziende è fondamentale avere tutte le informazioni e gli elementi per definire un piano degli adempimenti corretti ed esaustivi. Soprattutto occorre avere a disposizione un punto di riferimento affidabile per rispondere a tutti i quesiti specifici per ogni situazione. Anche perché le domande non si esauriscono con l’entrata in vigore del Regolamento: una volta che mi sono correttamente adeguato al GDPR, come faccio a mantenere gli adempimenti? Confcommercio Milano non limita il suo supporto alle spiegazioni teoriche sul GDPR, ma affianca concretamente le aziende con un servizio specifico per aiutarle a capire: “Cosa fare, come farlo e come gestirlo. Per saperne di più e per accedere ai servizi di assistenza specializzata:

http://www.confcommerciomilano.it/it/supporto_fiscale_legale/privacy_gdpr/index.html

  1. EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

 Mercoledì 11 Aprile 2018, con inizio alle ore 14.15, si terrà presso la Sala Colucci della sede di Corso Venezia 47 un convegno in tema di “Efficientamento  e Riqualificazione Integrata degli immobili”.

Il Convegno, organizzato da Confcommercio di Milano – Lodi – Monza e Brianza, con la partecipazione di diverse Associazioni aderenti, ha per oggetto la ristrutturazione dell’edificio in un’ottica globale (“progettazione sistemica”) con riguardo alle tecniche più innovative di intervento, a garanzia della messa a norma, di un risparmio sui consumi e di un sicuro ritorno dell’investimento in termini di riqualificazione dell’immobile. Uno speciale approfondimento sarà dedicato all’illustrazione di strumenti di agevolazione fiscale e alle opportunità finanziare. Per le tematiche trattate ed il taglio degli interventi, si tratta di una iniziativa di potenziale interesse per l’intera platea delle imprese associate.

Il link al programma dei lavori e al form di registrazione è il seguente: http://www.confcommerciomilano.it/it/supporto_fiscale_legale/ambiente/form1.html

  1. CONFCOMMERCIO INCONTRA L’ARCIVESCOVO DI MILANO

Venerdì 4 maggio alle ore 16,00 avrà luogo l’incontro pubblico con l’Arcivescovo di Milano, Mons. Mario DELPINI, organizzato da Confcommercio ed aperto alla partecipazione delle imprese associate. Nei prossimi giorni sarà avviata l’attività di comunicazione e di raccolta delle adesioni nominative che consentiranno l’accesso alla sala dell’incontro. L’appuntamento costituirà l’occasione per annunciare e presentare il progetto di Alternanza scuola-lavoro “Dieci Volte Tanto”: si tratta di un’iniziativa di particolare interesse per le imprese che nasce dalla collaborazione tra Caritas Ambrosiana, Arcidiocesi di Milano e la nostra Organizzazione.

  1. SEMINARIO SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI

Nella mattina di giovedì 3 maggio avrà luogo il Seminario organizzato da AICE sul tema: I documenti del trasporto internazionale di merci: emittenti e procedure operative. 

Il Seminario ha l’obiettivo di analizzare le caratteristiche, funzioni e contenuti dei principali documenti in uso nei trasporti internazionali.  Verrà inoltre effettuata un’analisi dei diversi formulari e individuate le responsabilità connesse all’esecuzione del trasporto. Le iscrizioni saranno confermate tramite e-mail tre giorni prima dell’incontro. Programma integrale e scheda di partecipazione possono essere chiesti alla nostra Segreteria.