HomeNewsletterNEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA NOVEMBRE 2018

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA NOVEMBRE 2018

NEWSLETTER ASSOROLOGI INFORMA – 9 Novembre 2018

  1. WORKSHOP LEGALE

 Importante incontro di aggiornamento normativo sul tema: “PROCEDIMENTI DELL’AUTORITÀ ANTITRUST ITALIANA E DELLA COMMISSIONE UE PER VIOLAZIONI NELL’AMBITO DI VENDITE A DISTANZA”

Esame dei procedimenti pendenti o recentemente conclusi in tema di vendite a distanza e concernenti accertamenti per violazioni in tema di mantenimento di prezzi, geoblocking, ostacoli alle importazioni parallele

Il Seminario è in programma Martedì 13 novembre 2018 ore 10:30 – 12:30 presso la sede di Confcommercio Milano. Relatore Maurizio Iorio, Avvocato in Milano.

  1. GIORNATA DELLA LEGALITA’

L’annuale giornata della legalità di Confcommercio si svolgerà mercoledì 21 novembre.

L’appuntamento, che giunge alla sua sesta edizione, prevede come di consueto lo svolgimento dell’evento principale a Roma e la realizzazione di iniziative sul territorio.

A Milano, presso la Sala Colucci della nostra sede di Corso Venezia 47, l’incontro avrà inizio alle ore 11:00 e riprenderà il discorso avviato nella passata edizione di “Legalità, mi piace”, affrontando il tema delle infiltrazioni mafiose, in particolare della ‘ndrangheta, nel sistema imprenditoriale, grazie al contributo di persone impegnate in prima linea che ogni giorno combattono il fenomeno con un approccio pratico e, per certi versi, innovativo. Nel corso dell’incontro verranno infatti presentati nuovi strumenti che saranno messi a disposizione delle imprese.

La partecipazione all’evento sarà possibile solo per coloro i quali si saranno accreditati, pertanto a tutti è richiesta la registrazione della presenza attraverso la compilazione di un form attraverso il sito internet di Confcommercio Milano e tramite il link http://www.confcommerciomilano.it/it/impresa_istituzioni/form1.html

  1. QUALI PROSPETTIVE PER BASEL WORLD?

Il futuro della più importante manifestazione fieristica mondiale del settore è stato oggetto di uno scambio di idee nel corso dei recenti meeting internazionali dell’orologeria ospitati a Torino da ASSOROLOGI. La situazione è fluida e non esistono certezze di alcun tipo: accanto a roboanti annunci di uscita dal Salone, vi sono altrettanto importanti dichiarazioni di fedeltà all’appuntamento di Basilea.

Riproduciamo a questo riguardo l’articolo pubblicato da PAMBIANCO NEWS il 23 ottobre scorso:

Cronaca di una trasformazione annunciata. La fiera Baselworld 2019 perde un altro pezzo. E, questa volta, si tratta di un pezzo da novanta della gioielleria. Dopo l’addio di alcuni brand dell’orologeria, la fiera organizzata da Mch Group deve ora fare i conti con l’uscita di de Grisogono, maison fondata da Fawaz Gruosi e nota, appunto, soprattutto per le sue collezioni di high jewellery. Oltre all’uscita, l’altro fattore preoccupante è la motivazione che conferma il mutamento di esigenze e strategie da parte degli ex-espositori. E che, appunto, lascia prevedere ulteriori trasformazioni nel risiko delle manifestazioni del settore. De Grisogono ha annunciato, per il prossimo anno, l’organizzazione di un’esposizione di gioielleria e orologeria esclusiva a Ginevra, in alternativa alla partecipazione alla fiera. Quest’esposizione indipendente si svolgerà nella Royal Suite del Four Seasons Hotel di Ginevra, dal 13 al 18 gennaio 2019. “Dopo aver preso parte per 18 anni con grande successo a Baselworld – si legge nella nota ufficiale -, de Grisogono ha deciso di riorientare energie ed investimenti nel pieno sostegno dello sviluppo della maison e in particolare della propria rete wholesale in maniera più autonoma”. La scelta risponde alla necessità di adeguarsi all’evoluzione della rete di distribuzione e dei canali di comunicazione.

“Baselworld  – ha commentato Gianluca Maina, direttore marketing de Grisogono – ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita della nostra distribuzione negli ultimi 18 anni. Oggi stiamo lavorando per costruire il futuro della Maison insieme ai nostri partner commerciali strategici. Un’esposizione privata mette in evidenza questo percorso di cambiamento e ci permette di applicare un approccio innovativo a questo importante momento di scoperta delle novità. Presenteremo una serie di nuove collezioni dalla gioielleria agli orologi. Vi sarà una particolare attenzione per la gioielleria da indossare nel quotidiano”. L’annuncio di de Grisogono segue quelli di Maurice Lacroix, brand di orologeria che ha lasciato la fiera dopo 30 anni (la maison ha deciso di esporre per la prima volta a Ginevra, presso l’Ile Rousseau, dal 14 al 18 gennaio, durante il periodo del Sihh), di Corum (l’azienda di La Chaux-de-Fonds sta lavorando a una strategia biennale per il 2019 e 2020 che prevede anche l’organizzazione di eventi “più intimi e ben mirati su tre continenti”) e, soprattutto, di Swatch Group. “Oggi – riportava la nota relativa all’uscita da Baselworld del gruppo guidato da Nick Hayek – tutto è diventato più trasparente, rapido e istantaneo. Di conseguenza, sono necessari un ritmo e un approccio diversi. Con i suoi 18 marchi di orologi, Swatch Group ha operato a lungo con successo seguendo questi criteri nella produzione, nella distribuzione e nel marketing. In questo nuovo contesto, le fiere annuali di orologi, così come sono oggi, non hanno più molto senso”. Non lascia la fiera, ma non risparmia alcune riflessioni sul futuro, infine, Patek Philippe, che nel 2019 sarà sempre più la colonna portante della manifestazione insieme, tra gli altri, a RolexLvmh e ChopardThierry Stern, presidente di Patek Philippe, ha infatti spiegato a Reuters come Baselworld rimanga importante per l’azienda e le sue relazioni con retailer e giornalisti, “ma le date  – ha spiegato il numero uno del colosso svizzero – devono essere allineate con quelle della fiera di Ginevra, è questa la chiave del successo futuro della manifestazione”. (https://www.pambianconews.com/2018/10/23/2019-fuga-da-baselworld-via-anche-de-grisogono-246369/)

  1. CONVEGNI E SEMINARI

Segnaliamo due importanti eventi organizzati dai colleghi di AICE, Associazione Italiana del Commercio con l’Estero, e aperti alla partecipazione gratuita delle imprese nostre associate.

Martedì 27 novembre ore 8:45: Seminario sul tema “Going to the USA – Entering the US market

Come entrare nel mercato americano, uno dei più importanti per le aziende europee, e come trarre vantaggio da una produzione in loco usufruendo delle tante agevolazioni che i diversi stati e le diverse città possono mettere a disposizione delle aziende italiane? EAIC – European American Investment Council ci darà la propria visione su come costituire un’azienda negli States e come far sì che venga fatto in modo corretto e potenzialmente di successo.
Tutti gli importanti aspetti, dall’esportazione dei propri prodotti al trovare il partner adatto, fino all’avviare l’azienda in modo corretto saranno coperti dalla presentazione.
Ci saranno anche alcune presentazioni di diversi stati per un confronto diretto delle diverse opportunità che ciascuno di essi offre.
L’evento si terrà in lingua inglese.

Martedì 4 dicembre ore 8:45: Seminario sul tema La sicurezza nel commercio internazionale: export controls e responsabilità delle imprese

Nell’attuale contesto geopolitico risulta ormai evidente come lo sviluppo delle restrizioni internazionali stia generando rilevanti ripercussioni per le imprese comportando situazioni di instabilità ed incertezza, sia per quanto concerne il profilo commerciale, sia con riferimento alle transazioni finanziarie.
In questo scenario in continua evoluzione, il seminario ha l’obiettivo di illustrare le criticità che dovranno essere considerate nell’ambito della gestione delle operazioni commerciali e la definizione di soluzioni operative volte ad effettuare efficaci analisi di rischio. Il controllo delle esportazioni (export control) riguarda la vendita di alcuni prodotti considerati di valenza strategica, compresi, in particolare, i materiali di armamento e i prodotti aventi un possibile duplice uso, civile e militare (dual use).
Le nuove restrizioni imposte dagli Stati Uniti coinvolgono in parte anche le aziende comunitarie, infatti a partire dal 4 novembre 2018, potranno tornare sanzionabili eventuali relazioni commerciali intrattenute anche da società europee con soggetti iscritti nelle liste americane.

Programma e scheda di partecipazione a questi incontri possono essere chiesti alla Segreteria dell’Associazione.
Le iscrizioni saranno confermate tramite e-mail tre giorni prima dell’incontro